logo-suolo-protetto-definitivo“SUOLO PROTETTO®” rientra nell’ambito dei marchi volontari di qualità ambientale sceltI da consapevoli operatori del settore produttivo agricolo. L’uso del marchio di proprietà di HORIZON s.r.l. è soggetto a contratto di licenza non esclusiva. Alla base vi sono Prescrizioni e Regole di buona gestione del suolo, norme che consentono la conservazione della risorsa e la rintracciabilità dei prodotti ottenuti da suoli la cui qualità viene preservata, nonché norme che regolano l’uso del marchio registrato “SUOLO PROTETTO®”. Per certificazione della rintracciabilità s’intende l’identificazione di tutti i passaggi che portano dal suolo di origine su cui il prodotto è stato coltivato con tecniche rispettose della conservazione della risorsa, fino al prodotto finito e al luogo di vendita o di consumo.
Per riuscire nella sua missione di difesa del suolo, HORIZON s.r.l. , spin-off dell’Università di Torino, in accordo con il Centro di Ricerca NatRisk-UNITO, si è dotata di uno strumento pratico: un sistema di certificazione operativo a livello comunitario, volontario e indipendente, specifico per il settore suolo, per le Aziende agricole che lo usano, per la produzione agricola che dal suolo deriva e per il consumatore.
HORIZON lo ha studiato e definito in modo partecipato, coinvolgendo tutte le parti interessate.
Il sistema di certificazione adottato è in via di accreditamento presso …………

Il marchio “SUOLO PROTETTO®” è usato in questo modo: solamente le aziende di produzione o di commercializzazione in possesso di un valido attestato o Certificato di Salute e Protezione del Suolo (CSPS) possono utilizzare e apporre sui propri prodotti il marchio “SUOLO PROTETTO®”. Tutti i prodotti, con particolare riguardo per quelli non di filiera o di filiera corta, che espongono il logo sono certificati come provenienti da suoli che rispettano le Prescrizioni e Regole. Sono tenute alla certificazione CSPS tutti le Aziende agricole che, a domanda, intendono migliorare l’identità ambientale dei loro prodotti presso consumatori consapevoli della necessità di proteggere la risorsa primaria suolo. Possono accedere al CSPS anche gli organismi o enti che acquisiscano la proprietà legale di tali prodotti certificati CSPS e intendano rivenderlo ancora come certificato. Ciò anche nel caso di pura attività commerciale e anche in assenza di possesso fisico della merce.
La qualità ambientale è il fattore aggiuntivo che risulta da un insieme di elementi e parametri che interagendo, conferiscono al prodotto agricolo ulteriori caratteristiche tali da soddisfare i bisogni del consumatore. Oggi le esigenze del consumatore non si limitano soltanto alla qualità alimentare in termini di caratteristiche nutrizionali e organolettiche, ma anche sociali-economiche ed ambientali. Il marchio “SUOLO PROTETTO®” è indispensabile complemento di ogni marchio “etico” e “bio” e, al fine di meglio legare la difesa del suolo alla difesa della salubrità originaria delle Terre da cui provengono i prodotti agricoli, è raccomandata la contemporanea attribuzione del marchio “TERRE PULITE®”.
In questo ambito si inserisce il marchio “SUOLO PROTETTO®” con l’obbiettivo primario è far raggiungere progressivamente alle persone un elevato livello di consapevolezza della necessità di un uso responsabile del suolo e della nostra dipendenza assoluta dal suolo per la sopravvivenza, poiché questo è l’unico comparto dell’ecosistema terrestre in cui si incontrano, interagiscono, e s’interfacciano tutti gli altri comparti ambientali. Il suolo è altresì il materiale non consolidato presente sulla superficie della Terra che rappresenta il mezzo naturale di crescita per i vegetali e da ciò nasce l’esigenza di offrire prodotti qualificati “SUOLO PROTETTO®”: “il suolo è ciò che mangiamo e senza il suolo non mangiamo”

I marchi “SUOLO PROTETTO®” e “TERRE PULITE®” sono sostenuti anche dall’Associazione Vegetariana Italiana-AVI.

USO DEL LOGO E LICENZA D’USO DEL MARCHIO
(marchio comunitario domanda n. 012732517)
Il logo
Il logo con l’alberello/uomo con le radici nel suolo a indicare la volontà di protezione della risorsa e delle sue caratteristiche, nonchè la scritta “SUOLO PROTETTO®” costituiscono un marchio comunitario registrato e perciò protetto dalle normative in vigore.

L’uso del logo
L’uso del logo e della relativa scritta può essere accordato sia ai soggetti produttori di derrate in regolare possesso di un Certificato di Protezione del Suolo o CSPS, sia a chi vuole farne utilizzo a scopo divulgativo/informativo/promozionale, tramite la concessione di licenza d’uso provvisoria o definitiva del marchio da parte del “servizio marchio registrato” di Horizon srl che provvede altresì al controllo dell’uso illecito del marchio da parte di aziende e organizzazioni non certificate o altri soggetti non autorizzati, mediante un sistema di segnalazione, denuncia e correzione delle infrazioni.

Certificato CSPS e licenza d’uso del marchio
Per l’uso del marchio è necessario firmare un contratto di licenza d’uso. Le aziende firmatarie del contratto verranno inserite in database e verranno fornite di un CSPS, di un codice di licenza personale da attribuire al prodotto specifico e da citare in caso d’uso, di una copia del logo e di una guida al suo utilizzo. Si tratta di un processo semplice a garanzia che ogni prodotto dotato di CSPS è stato effettivamente verificato e rispetta il disciplinare per l’attribuzione provvisoria o definitiva del marchio ovvero per la conservazione del medesimo.
In nessun caso il marchio, ottenuto con la licenza d’uso, può essere utilizzato sul prodotto certificato in sostituzione dell’etichetta dell’azienda produttrice.

L’uso del marchio “SUOLO PROTETTO®” potrà essere riconosciuto con una licenza specifica anche a chi, pur non essendo soggetto alla certificazione dei prodotti, intende promuovere/consigliare i prodotti certificati secondo lo schema di Horizon srl comunicandolo al pubblico (giornalisti, scrittori e divulgatori).
L’uso del marchio “SUOLO PROTETTO®” potrà essere riconosciuto con una licenza specifica anche a chi intende vendere o utilizzare per la propria attività prodotti finiti certificati CSPS (consumatori, distributori, rivenditori al dettaglio, imprese).

Costo
Ad esclusione di tutti coloro che utilizzano il marchio senza scopi commerciali, il servizio di rilascio del marchio e la licenza per il suo utilizzo prevede un costo che varia a seconda della fase di attribuzione e di mantenimento che si vuole richiedere.

Riservatezza
HORIZON s.r.l. s’impegna a garantire la massima riservatezza dei dati sensibili dei soggetti interessati ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs. 196/2003 e successive modifiche e integrazioni). Alle parti interessate è fatto divieto di divulgare e comunicare in qualunque modo o forma le informazioni, i dati e le conoscenze relative alla concessione del marchio a soggetti che non siano autorizzati. I dati utilizzati al fine di attribuire il marchio sono comunicati a terzi nelle sole ipotesi in cui ciò sia previsto per legge e strettamente necessario per l’attribuzione del CSPS e, comunque, dietro esplicita autorizzazione del richiedente il marchio.

CONCESSIONE DEL MARCHIO, CERTIFICAZIONE, PRESCRIZIONI E REGOLE DEL DISCIPLINARE “SUOLO PROTETTO®”

Criteri di concessione
Il marchio in oggetto certifica l’uso rispettoso del suolo attraverso la valutazione preliminare e poi periodica della conformità a un disciplinare che i produttori richiedenti s’impegnano a osservare per migliorare il valore e l’immagine dei loro suoli e dei prodotti agro-alimentari da essi ottenuti.
I criteri di concessione, mediante contratto tra le parti, della licenza d’uso del marchio sono:
Il richiedente deve avere adeguata conoscenza del territorio in cui si trovano i suoli in uso.
Il richiedente deve avere adeguata conoscenza della tipologia pedologica della risorsa suolo che utilizza, della sua esatta localizzazione, della sua capacità d’uso e dell’attitudine alle colture previste dal piano aziendale.
Il richiedente deve avere completa conoscenza della fertilità della risorsa suolo in uso e adottare precauzioni utili per non deprimerne la fertilità chimica e fisica naturale, non alterarne la composizione minerale, conservarne la fase organica e l’equilibrio biologico con particolare riferimento alla microflora e microfauna.
Il richiedente deve avere cura di prevenire la presenza di contaminazioni del suolo in uso.
Il richiedente deve prevedere pratiche agronomiche fondamentali (inclusa l’organic farming) compatibili con la protezione del suolo dall’erosione, dalla salinizzazione, dalla destrutturazione e dall’impedimento al drenaggio.

Richiesta del marchio
Il marchio è concesso su domanda in prima istanza come provvisorio e successivamente confermato come definitivo ai fini del suo mantenimento con le modalità di seguito descritte. L’uso temporaneo del logo e del marchio sono concessi dietro firma di un contratto di licenza d’uso provvisorio previa indagine pedologica preliminare. Il contratto diviene definitivo, su richiesta, per le aziende i cui suoli, dopo ulteriore indagine approfondita, risultano conformi con i requisiti di “suolo protetto” stabiliti contrattualmente da HORIZON s.r.l..
Per richiedere il marchio provvisorio e necessario inviare una richiesta di licenza d’uso nella quale verranno riportate:
Denominazione dell’azienda, ragione sociale e intestatario dell’azienda
Localizzazione ed estensione dell’azienda (possibilmente una mappa degli appezzamenti anche su base catastale)
Principali ordinamenti produttivi dell’azienda

La domanda dovrà essere inviata a:
Dott.ssa Iride Passarella
HORIZON srl, presso DISAFA Università di Torino
Via Paolo Braccini 2 (già via Leonardo da Vinci, 44), 10095 GRUGLIASCO (TO)

La domanda potrà essere inoltrata anche via mail all’indirizzo:
iride.passarella@horizon.to.it

per informazioni: Tel 0116708517

PER I COSTI DELL’ATTRIBUZIONE DEL MARCHIO RIVOLGERSI AL MEDESIMO INDIRIZZO

Concessione del certificato CSPS e licenza d’uso
Premesso che il marchio “SUOLO PROTETTO®” è concesso in via temporanea in abbinamento ai licenziatari del marchio “TERRE PULITE®”.

Per le Aziende non licenziatarie: i suoli e i prodotti agricoli da essi ottenuti, con particolare riguardo per quelli non di filiera o di filiera corta, che intendono ottenere la licenza d’uso del marchio e del logo “SUOLO PROTETTO®” dovranno:
Fase 1. Richiesta della certificazione CSPS e della licenza d’uso provvisori.
Fase 2. Attribuzione della licenza d’uso del marchio “SUOLO PROTETTO®” con CSPS provvisoria.
Il certificato CSPS è rilasciato da una Commissione formata da un esperto pedologo e da un esperto chimico agrario. Il rilascio del CSPS è immediato a seguito d’indagini di campo speditive e di verifica di campioni di suolo prelevati da tecnici di Horizon s.r.l., o da esso autorizzati, nella parte più interessata dagli apparati radicali delle piante coltivate e sottoposti ad un set analitico minimo di valutazione preliminare.
Le indagini di campo speditive tengono conto di:
relazioni tra suoli in esame e produzioni tipiche locali;
pratiche colturali;
relazioni tra suoli in esame e paesaggio agrario in cui le aziende sono inserite;
prelievo con metodi ufficiali di uno o più campioni rappresentativi degli appezzamenti da certificare;
valutazione analitica preliminare, con metodi ufficiali della Società della Scienza del Suolo e presso laboratori accreditati, mirata alla definizione preliminare della fertilità chimica, fisica e biologica, nonché delle condizioni evolutive della sostanza organica e di eventuali contaminazioni. Essa prevede quindi: analisi fisiche (scheletro, tessitura, stabilità strutturale); analisi chimiche (pH (in acqua), Calcare totale e attivo, Carbonio organico totale, Azoto totale, Rapporto C/N, Fosforo assimilabile, Capacità di scambio cationico, Basi di scambio e calcolo della Saturazione basica %, Conducibiltà elettrica, Metalli pesanti “spia” (Cu, Zn, Pb); analisi biologiche qualitative.

I suoli in cui gli indicatori hanno mantenuto valori entro le soglie di conformità indicate da HORIZON s.r.l. potranno ottenere una certificazione temporanea e, dietro firma di contratto di licenza d’uso provvisorio, utilizzare logo e marchio “SUOLO PROTETTO®”, precisando la Certificazione provvisoria, il codice aziendale attribuito da HORIZON s.r.l. e la sua scadenza.
I prodotti ottenuti da suoli con CSPS provvisoria potranno utilizzare il marchio sotto forma di bollino adesivo fornito da HORIZON s.r.l., numerato progressivamente e indicante la scadenza della CSPS provvisoria. Il marchio e il logo potranno anche essere riprodotti dalle aziende nelle etichettature e nel materiale di accompagnamento e pubblicità dei prodotti da suoli con CSPS provvisoria secondo quanto sarà previsto nel contratto di licenza d’uso e, in ogni caso, dovrà riportare il codice del CSPS aziendale e indicante la sua scadenza. Per il rilascio dei bollini o per le etichettature provvisorie sarà previsto contrattualmente un contributo forfettario da parte delle aziende a HORIZON s.r.l.

Fase 3. Richiesta di attribuzione della licenza d’uso e del CSPS definitivi.
Per i suoli e i prodotti agricoli da essi ottenuti, con particolare riguardo per quelli non di filiera o di filiera corta, per cui s’intende ottenere il CSPS, nonché la licenza d’uso del marchio e del logo “SUOLO PROTETTO®” definitivi dovrà essere inoltrata una richiesta dopo l’attribuzione provvisoria e comunque non oltre 12 mesi dal suo conseguimento. Tale tempo è da considerarsi necessario e sufficiente per accettare e concordare da parte delle aziende, in caso si rendesse imprescindibile, strategie di miglioramento della qualità del suolo, sotto la guida di consulenti esperti che collaborano con il marchio stesso. Trascorso tale tempo decadono la validità della licenza d’uso del marchio e il CSPS provvisori.

Fase 4. Attribuzione della licenza d’uso e del CSPS definitivi.
La licenza d’uso del marchio “SUOLO PROTETTO®” e del CSPS definitivi sono rilasciati, a seguito di ulteriori indagini di campo approfondite effettuate da HORIZON s.r.l.
La licenza d’uso del marchio e il CSPS sono rilascieti alle aziende che, avendone fatto richiesta per i loro suoli e prodotti, dichiarano, la disponibilità a rispettare le prescrizioni e le regole del disciplinare: a tal fine verrà stipulato uno specifico accordo tra HORIZON srl e il Licenziatario.
Il CSPS deve certificare che le pratiche dell’agricoltura sono rispettose del livello evolutivo raggiunto dal suolo in termini di fasi minerali e organiche in quanto deputate al controllo della reazione (pH), alla formazione della struttura (porosità, aerazione, idrologia), alla capacità di scambio ionico (tra cui soprattutto quello di macro e microelementi indispensabili per la crescita vegetale), al potenziale ossido riduttivo (legato anche alla respirazione radicale).
L’indagine approfondita riguarda quindi:
Caratteristiche pedologiche definite tramite specifica indagine secondo WRBSR e USDA (Soil survey manual-Soil Taxonomy)
Caratteristiche chimico-mineralogiche (metodi SISS)
Caratteristiche fisico-strutturali (metodi SISS)
Caratteristiche attitudinali del suolo ai fini della specifica produzione prevista nell’ambito di una classe di capacità d’uso e nell’ambito della vocazionalità delle terre (metodo FCC e FAO)
Caratteristiche microbiologiche e biologiche (metodi SISS)
Patologie del suolo (metodi SISS)
Le analisi chimiche e fisiche saranno effettuate da laboratori accreditati o, comunque, di parte terza e di elevata competenza.
I suoli in cui gli indicatori hanno mantenuto valori entro le soglie di conformità indicate da HORIZON s.r.l. potranno ottenere il CSPS definitivo e il contratto di licenza d’uso del marchio diverrà altresì automaticamente definitivo con il diritto di utilizzare logo e marchio “SUOLO PROTETTO®”, precisando il codice aziendale attribuito da HORIZON s.r.l.
I prodotti ottenuti da suoli con CSPS provvisoria potranno utilizzare il marchio sotto forma di bollino adesivo fornito da HORIZON s.r.l., numerato progressivamente e indicante il codice aziendale. Il marchio e il logo potranno anche essere riprodotti dalle aziende nelle etichettature e nel materiale di accompagnamento e pubblicità dei prodotti da suoli con CSPS definitivo secondo quanto sarà previsto nel contratto di licenza d’uso e, in ogni caso, dovrà riportare il codice del CSPS aziendale. Sarà riconosciuto contrattualmente dall’azienda a HORIZON s.r.l. un corrispettivo per ogni bollino rilasciato o un contributo annuale forfettario per l’uso in etichetta o altro.

Fase 5. Mantenimento della licenza d’uso del marchio e del CSPS
Il mantenimento della licenza d’uso e del CSPS sono soggetti a controllo almeno biennale al fine di valutare l’osservanza del disciplinare e il rispetto qualitativo e quantitativo della risorsa e della sua qualità pedologica così che il suo uso non dia origine a spreco e decadimento.
Il controllo biennale, equivalente a quello preliminare, è mirato alla verifica della fertilità chimica e fisica, nonché delle condizioni evolutive della sostanza organica e di eventuale rischio di perdita di suolo.
Il mantenimento del marchio è soggetto alla valutazione della Commissione di attribuzione del marchio e può essere soggetto a richiesta di ispezione per la valutazione. Su richiesta del titolare della licenza d’uso del marchio potrà essere
delle caratteristiche chimiche e fisiche degli orizzonti superficiali con particolare riguardo per la tessitura, la struttura e sua stabilità, la porosità totale e il drenaggio;
della microflora coinvolta nell’approvvigionamento ed evoluzione delle forme di azoto e di fosforo;
delle condizioni della micro e mesofauna del suolo;
di analisi chimica e microbiologica dei concimi organici somministrati alle colture e dell’eventuale presenza di contaminanti o patogeni ad essi associati;
dell’assenza di inquinanti organici e inorganici con particolare riguardo per gli elementi tossici assimilabili dalle colture;
della qualità delle acque di irrigazione.

Commissione per l’attribuzione del marchio e del CSPS e staff tecnico
La Commissione per l’attribuzione provvisoria o definitiva del marchio “SUOLO PROTETTO®” è costituita da: prof. Franco Ajmone Marsan, ordinario di Chimica Agraria presso l’Università di Torino (http://www.campusnet.unito.it/docenti/att/fajmonem.cv.pdf); prof. Ermanno Zanini, ordinario di Pedologia presso l’Università di Torino e Direttore del Centro Interdipartimentale di ricerca sui i Rischi Naturali-NatRisk (http://www.campusnet.unito.it/docenti/att/ezanini.cv.pdf)
Lo staff tecnico responsabile delle operazioni di campo e delle analisi di laboratorio è costituita da: dott. Mattia Biasioli, dott.ssa Iride Passarella.

Per eventuali speciali consulenze in campo agronomico e biologico Horizon srl si appoggia al Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino.

——————————————————————————————————————-